AIUTA SCRIVOQUANDOVOGLIO Fare blog costa basta un caffé

venerdì 21 aprile 2017

MOTOMONDIALE G.P DELLE AMERICHE:PROVE LIBERE (21/04/2017)

Di Giampaolo Carboni.

MOTOGP

Marc Marquez torna a imporre la sua legge. Lo spagnolo della Honda è il più veloce della seconda sessione di libere sulla pista di Austin: segna il tempo di 2'04"061, con le gomme nuove, e precede l'ottimo Zarco (Yamaha Tech3) di duecentottantasei millesimi e Vinales (Yamaha) di trecentonovanta millesimi, che però ha svolto tutta la sessione con le stesse coperture per lavorare sulla distanza, senza badare all'attacco al tempo. Nei minuti finali, dopo una caduta di Abraham che è rimasto anche CONTINUA A LEGGERE QUI

MOTO2

Anche nelle FP2 della Moto2, turno che ha chiuso il venerdì di prove del Motomondiale ad Austin, si rinnova il duello interno al team Marc Vds tra Alex Marquez e Franco Morbidelli. Questa volta è il primo a prevalere, girando in 2:10.601 e precedendo di tre decimi esatti l’attuale leader della classifica Mondiale della categoria. Lo spagnolo, fratellino del campione MotoGp Marc, ha mostrato una velocità decisamente superiore alla concorrenza, ma anche un ritmo nell’arco di più passaggi molto interessante, che al momento sembra porlo come il favorito in ottica qualifica e gara. Ma CONTINUA A LEGGERE QUI

MOTO3

I piloti della classe Moto3 sono scesi in pista con quasi ventotto gradi nell’aria e quasi trentotto sull’asfalto. Il vento ha scongiurato il rischio pioggia e la sessione si è svolta regolarmente. Il più veloce è stato ancora una volta Aron Canet (suo il miglior tempo nelle Fp1), che ha fermato il cronometro sul tempo di 2:16.750. Il pilota del Team Monlau ha portato la sua Honda Nsf250rw in cima alla classifica dei tempi andando a precedere il leader del mondiale Joan Mir e il nostro Romano Fenati, che in sella alla Honda del Team Marinelli Rivacold Snipers ha girato in ritardo di ottocentottantadue millesimi dalla vetta. Quarto tempo per Jorge Martin (Honda Del Conca Gresini Moto3), quinto e sesto per le CONTINUA A LEGGERE QUI

© Riproduzione riservata.

Nessun commento:

Posta un commento