AIUTA SCRIVOQUANDOVOGLIO Fare blog costa basta un caffé

"Ogni giorno lavoriamo per rendere il Blog più interessante e libero, con i mezzi ... Fare blog costa basta un caffé" />

mercoledì 13 dicembre 2017

DEPECHE MODE A BOLOGNA (13/12/2017)

Di Giampaolo Carboni.


© Riproduzione riservata.

CICLISMO:CHRIS FROOME TROVATO POSITIVO ALLA VUELTA (13/12/2017)

Di Giampaolo Carboni.

Shock nel mondo del ciclismo e dello sport in generale. Chris Froome (NELLA FOTO IN ALTO), trentadue anni, considerato il più grande campione di questa ultima parte di storia del ciclismo - ed uno dei maggiori di questo sport - è stato trovato positivo all'ultima edizione delle Vuelta. Che lo stesso Froome ha vinto compiendo una impresa che è stata di pochi campionissimi: la vittoria nello stesso anno di due delle tre grandi corse a tappe (la terza è il Giro d'Italia): la Vuelta, appunto, e il Tour de France. Non accadeva dal CONTINUA A LEGGERE QUI

© Riproduzione riservata.

BASKET NBA (12/12/2017)

Di Giampaolo Carboni.

Brooklyn Nets-Washington Wizards (VEDI QUI TUTTI I DATI DELLA GARA)

Cleveland Cavaliers-Atlanta Hawks (VEDI QUI TUTTI I DATI DELLA GARA)

Dallas Mavericks-San Antonio Spurs (VEDI QUI TUTTI I DATI DELLA GARA)

Detroit Pistons-Denver Nuggets (VEDI QUI TUTTI I DATI DELLA GARA)

Minnesota Timberwolves-Philadelphia 76ers (VEDI QUI TUTTI I DATI DELLA GARA)

New York Knicks-Los Angeles Lakers (VEDI QUI TUTTI I DATI DELLA GARA)

Sacramento Kings-Phoenix Suns (VEDI QUI TUTTI I DATI DELLA GARA)

VEDI QUI LE CLASSIFICHE DELL'NBA

© Riproduzione riservata.

CALCIO:AMICHEVOLE INTERNAZIONALE (28/10/1987)

Di Giampaolo Carboni.

ITALIA OLIMPICA-GRECIA OLIMPICA 2-0 (AREZZO)

Italia Olimpica:Tacconi,Tassotti,De Agostini,Ancelotti (46'Iachini),Brio (46'P.Maldini), Cravero,Alessio,Galia,Carnevale,Romano (75'Domini),Virdis (79'Borgonovo).Allenatore: Zoff.

Grecia Olimpica:Manikas,Kutropulos,Tsalukhidis,Vacalopulos,Kurbanas,Kanaras, Karassividis (88'Georghiadis),Agurogiannis,Karapialis (72'Tsolis),Dimitriadis (46'Tsandakis), Mistakidis (79'Georgaras).Allenatore:Petritsis.

Arbitro:Nemeth (Ungheria).

Reti:47'Alessio 83'Tassotti.

Ammoniti:Kurbanas,Cravero e Iachini tutti per gioco falloso.


Note:Angoli:Italia Olimpica 10 Grecia Olimpica 0.Pomeriggio sereno, terreno in buone condizioni.5000 spettatori circa per un'incasso di 21.430.000 lire. . In tribuna il Commissario straordinario della Federcalcio Andrea Manzella, il Presidente della lega di serie A e B Antonio Matarrese, quello della lega di serie C Cestani e quello della lega dilettanti Ricchieri. Presenti anche i tecnici azzurri Enzo Bearzot e Cesare Maldini.

"Andate pure in pace, Tovalieri non è stato ceduto". L' altoparlante alla fine ha scaldato energicamente e polemicamente le poche migliaia di tifosi delusi dalle notizie del mattino e dalla partita del pomeriggio: due gol alla Grecia, va bene, ma in mezzo ad uno spettacolo triste e desolato. Giustamente quei fedelissimi dell' azzurro si aspettavano molto di più da una squadra che vuole arrivare nientemeno che alle Olimpiadi. Non solo, si aspettavano molto di più soprattutto da una squadra che per questo traguardo è anche onorevolmente capace di arrabbiarsi, di polemizzare, di smascherare congiure, di mettersi contro la Federcalcio. Stringi stringi però ecco solo un paio di gol di Alessio e Tassotti, circondati da tanta voglia di non sudare, di non faticare, di non rischiare inutilmente le gambe. Insomma un vero e proprio mortorio di partita. Gli unici ad essersi divertiti, all' apparenza, un centinaio di soldati di fanteria in tribuna. Un sergentino o giù di lì comandava il gruppo a bacchetta: applaudite, e giù tutti a batter le mani; gridate e tanti spontanei "Forza Italia"; in piedi e tutti ad agitare con sincronia le braccia come ai concerti di Zucchero o Vasco Rossi. Si deve essere annoiata comunque anche mezza Federcalcio. Tanti big in tribuna, da Manzella a Matarrese, da Bearzot a Cestani. Il commissario straordinario ha difeso ancora una volta le legittime aspirazioni della squadra di Zoff, spiegando perfino il meccanismo con il quale si potrebbe salvare, nel prossimo settembre (a qualificazione ovviamente raggiunta...) la spedizione a Seoul. Secondo Manzella bisognerebbe anticipare al 4 e all' 11 settembre le prime due giornate di campionato, quindi fermarlo per tre domeniche consecutive. In questo lasso di tempo il Totocalcio sarebbe salvo con le partite di B in schedina: eventuali perdite di incasso potrebbero essere compensate con concorsi speciali da giocare sulla Coppa Italia il mercoledì (per due volte). In più ci si potrebbe mettere in mezzo anche una partita della Nazionale. Il campionato insomma riprenderebbe circa un mese dopo. Zoff è apparso molto soddisfatto dell' intervento di Manzella. Tutto bene, insomma, gli azzurri possono stare tranquilli. A patto però che la Lega non ci ripensi. Matarrese, sorridentissimo accanto a Manzella, non ha voluto fare commenti in proposito: "Al momento opportuno, esamineremo il problema con il consiglio di Lega". In mezzo a queste fastidiosissime beghe organizzative, un match amichevole dunque che ha detto poco o nulla e che forse niente serve a Zoff in vista del match vero il 18 novembre a Roma, contro la Germania est. Un primo tempo da cancellare, una ripresa appena appena accettabile: giusto per i due gol ed una uscita a vuoto di Tacconi. In difesa gli azzurri hanno avuto da fare molto poco: Brio marcava il numero 7 Karassavidis, talmente scarso da poter comodamente dare un occhio anche al 9, Karapialis, quando veniva in attacco. De Agostini e Tassotti potevano invece avanzare sulle ali, tanti pericoli da Dimitriadis e Mistakidis sulla destra e da Karanas e Agurogiannis sulla sinistra non potevano certo arrivarne. L' Italia così ha messo su un match in sourplesse, un lungo estenuante trotterellìo a centrocampo. Qualche lancio di Romano, forse il migliore in campo, più verso Carnevale che verso Virdis, qualche sparacchiata dal limite, ma niente di più. La prima e unica emozione del primo tempo è arrivata da De Agostino. Una punizione di seconda, centrale: Ancelotti ha toccato per lo juventino, un tiro di sinistro molto teso che ha sfiorato la traversa. Nel secondo tempo si sperava in qualcosa di più, se non altro per gli inserimenti di Iachini (entrato al posto di un Ancelotti particolarmente svogliato e sotto tono) e Maldini (che ha rilevato Brio). Sono arrivati i gol, è vero, ma si è trattato più che altro di episodi. La rete di Alessio è stata costruita sugli sviluppi di un calcio d' angolo battuto da Romano (uscito al 75' , riportando una leggera distorsione alla caviglia): uno scambio con De Agostini, cross, rimpallo verso l' esterno dell' area e palla allo juventino che di destro si è esibito in un bel tiro che ha bruciato il portiere Manikas. Nemmeno il gol però ha svegliato i greci dal loro torpore. Fino alla seconda rete italiana poche altre emozioni: un colpo di testa di Carnevale, un altro di Virdis, una goffa uscita a vuoto di Tacconi che ha costretto Iachini a spazzare frettolosamente l' area. Poi, all' 83' , Cravero con un lancio ha smarcato Tassotti sulla destra proprio mentre i greci cercavano di mettere il difensore in fuorigioco. Il guardalinee ha alzato la bandierina, l' arbitro ha fatto proseguire lasciando interdetto perfino Tassotti. Il giocatore però aveva ormai troppo spazio, ha scartato il portiere e ha messo dentro. L' allenatore greco Petritsis, incavolatissimo, ha addirittura abbandonato il campo. "Quel signor Nemeth è proprio insopportabile" ha poi detto alla fine.

© Riproduzione riservata.

CALCIO:QUALIFICAZIONI OLIMPICHE (15/04/1987)

Di Giampaolo Carboni.

ITALIA OLIMPICA-ISLANDA OLIMPICA 2-0 (PESCARA)

Italia Olimpica:Tacconi,Tassotti,De Agostini,Iachini,Brio,L.Pellegrini,Mauro (79'Salsano), Ancelotti,Carnevale,Romano,Virdis.Allenatore:Zoff.

Islanda Olimpica:Fridriksson,Steinsson,Eldsson,Olafsson (30'Thorsteinsson), Thorkelsson,Arnthorsson,Bergsson,Steinsson,Askesson (81'Gudmmdsson),Torfason, Thordarson.Allenatore:Held.

Arbitro:Mintoff (Malta).

Reti:40'Virdis 87'Tassotti.

Ammoniti:Ancelotti,Thordorson,Bergsson.

Note:11453 spettatori paganti per un incasso di 88.966.000 lire.

© Riproduzione riservata.