AIUTA SCRIVOQUANDOVOGLIO Fare blog costa basta un caffé

"Ogni giorno lavoriamo per rendere il Blog più interessante e libero, con i mezzi ... Fare blog costa basta un caffé" />

venerdì 9 giugno 2017

MOTOMONDIALE G.P CATALUYNA:PROVE LIBERE (09/06/2017)

Di Giampaolo Carboni.

MOTOGP


Marc Marquez dopo aver centrato il miglior tempo nelle Free Practice 1 del Gran Premio di Catalunya, si è ripetuto nelle FP2, portando la Honda del Team Repsol davanti a tutti con il crono di 1’44.295. Il campione in carica ha preceduto l’ottimo Jorge Lorenzo che su una pista a lui congeniale, ha portato la Ducati Desmosedici GP17 a quattrocentocinque millesimi di secondo dal connazionale. Terzo tempo per la Yamaha del Team Monster Tech 3 del rookie Jonas Folger, che ha preceduto due Ducati; quella del vincitore del Mugello Andrea Dovizioso e quella del ternano Danilo Petrucci (Pramac Racing), terzo al CONTINUA A LEGGERE QUI

MOTO2

Il nostro Franco Morbidelli prova a mettere le cose in chiaro, nel secondo turno di libere della Moto2. Il ventiduenne romano del Team Marc Vds ha chiuso al comando la FP2, siglando il crono di 1:49.731, unico ad abbattere il muro del minuto e cinquanta secondi. Tanto lavoro con gomma usata per il “Morbido”, con la zampata finale che gli ha consentito di prendere la testa della sessione, macchiata da una scivolata (senza conseguenze) nei secondi conclusivi, avvenuta alla curva numero cinque. Dietro di lui, al secondo posto, si è posizionato Alex Marquez, compagno di team del leader del Mondiale Moto2, staccato però di oltre tre decimi. Il ventunenne iberico, tuttavia, è parso alquanto pimpante nella CONTINUA A LEGGERE QUI
  MOTO3


Dopo la vittoria della Ktm al Mugello, le Honda sembrano essere tornate a fare la voce grossa in Moto3 a Barcellona, monopolizzando le prime tre posizioni nella seconda sessione di prove libere. Il più veloce è stato Aron Canet, che con la moto della Estrella Galicia ha girato in 1'54"257, tempo che gli ha consentito di staccare di duecentottantasette millesimi l'italiano Romano Fenati, che forse avrebbe potuto fare anche meglio se non avesse incontrato problemi di traffico ed è stato beffato proprio a tempo scaduto. Il terzetto della Honda si completa con il leader della classifica iridata Joan Mir, ma lo spagnolo CONTINUA A LEGGERE QUI

© Riproduzione riservata.

Nessun commento:

Posta un commento