AIUTA SCRIVOQUANDOVOGLIO Fare blog costa basta un caffé

"Ogni giorno lavoriamo per rendere il Blog più interessante e libero, con i mezzi ... Fare blog costa basta un caffé" />

sabato 10 giugno 2017

MOTOMONDIALE G.P CATALUYNA:PROVE UFFICIALI (10/06/2017)

Di Giampaolo Carboni.

MOTOGP

La pole position di Pedrosa e l'orgoglio di Lorenzo. I capitomboli di un indomabile Marquez, Petrucci che chiude magnifico terzo. Ed un Valentino Rossi malinconicamente indietro, fuori dalle Q2: domattina il pesarese partirà dalla quinta fila, che guaio. Le qualifiche confermano il buon momento Ducati: due Rosse che cominceranno dalla prima fila, Barbera in seconda, poi in terza c'è Andrea Dovizioso (settimo tempo per lui) appaiato a Maverick Vinales. Il leader della classifica, ha poco da sorridere: entrato per un soffio nell'ultima sessione delle qualifiche, Vinales ha continuato ad essere in difficoltà con le gomme. Un calvario, per la Yamaha. Tra i piloti della casa di Iwata il migliore è Folger (ottavo crono), anche CONTINUA A LEGGERE QUI

MOTO2

E’ dello spagnolo Alex Marquez ad aggiudicarsi la pole position ed è la seconda pole in carriera e stagionale, dopo quella di Jerez. L'iberico del team Marc VdS ha fermato il cronometro sul 1:49.408, rifilando un decimo al vincitore del Mugello, Mattia Pasini (ItalTrans). Completa la prima fila Lorenzo Baldassarri (Froward), ad oltre sei decimi dalla pole position. Apre la seconda fila Takaaki Nakagami, seguito da Thomas Luthi e dal leader del CONTINUA A LEGGERE QUI

MOTO3

Sul circuito del Montmelò spicca in qualifica Jorge Martin: lo spagnolo della Honda Gresini con il tempo di 1'53"368 centra infatti la pole con una prestazione straordinaria, precedendo i connazionali Canet, secondo a seicentoventisette millesimi, e Guevara terzo a seicentocinquantanove millesimi. In una sessione soleggiata e serrata, come tutte quelle delle piccole, con la ricerca forsennata di un buon traino per sfruttare le scie, in seconda fila ci sono Romano Fenati, il primo degli italiani, quarto a seicentosessantatré millesimi di secondo con CONTINUA A LEGGERE QUI

© Riproduzione riservata.

Nessun commento:

Posta un commento