AIUTA SCRIVOQUANDOVOGLIO Fare blog costa basta un caffé

"Ogni giorno lavoriamo per rendere il Blog più interessante e libero, con i mezzi ... Fare blog costa basta un caffé" />

mercoledì 26 luglio 2017

NUOTO:MONDIALI A BUDAPEST (26/07/2017)

Di Giampaolo Carboni.

E' tornata la Divina. Federica Pellegrini è medaglia d'oro nei 200 stile ai mondiali di nuoto di Budapest che oggi incoronano anche Gabriele Detti, sul gradino più alto del podio negli 800 metri. Bronzo per l'altro azzurro e campione olimpico in carica Gregorio Paltrinieri. L'azzurra ha nuotato i 200 metri stile libero in 1'54''73, lasciandosi alle spalle avversarie del calibro del 'missile' Katie Ledecky, dopo una rimonta spettacolare nell'ultima vasca. Argento ex aequo per l'americana e per l'australiana Emma McKeon con 1.55.18, bronzo per la russa Veronika Popova in 1.55.26. L'ennesima impresa della veneta arriva dopo la delusione dello scorso anno alle Olimpiadi di Rio, quando fu quarta. E' il settimo titolo iridato mondiale: nessuno come lei. "Non so cosa è successo - ha commentato a caldo -. Devo ancora rendermene conto. Non pensavo fosse possibile, ci ho provato fino alla fine e credo di aver fatto una gara proprio precisa". "Adesso posso dire di essere in pace", ha detto ai microfoni di Rai Sport Federica, spiazzando tutti con le sue dichiarazioni a bordo vasca: "Questi sono i miei ultimi 200 stile, continuerò a nuotare seguendo un altro percorso". Poi si corregge parzialmente ("mai dire mai"), anche se stavolta la 28enne sembra avere le idee chiare. Se addio sarà, non poteva essere migliore di così. "Non avrei mai pensato di ricantare l'inno azzurro in un mondiale. E' stato un anno incredibile dopo la (vittoria in) vasca corta. Un ringraziamento a tutte le persone che piangevano dopo il quarto posto a Rio e che hanno pianto con me adesso. Grazie a tutti, alla mia famiglia, al mio allenatore, a Giovanni (Malagò, ndr) che era qui anche oggi". Nel futuro di Federica c'è comunque il nuoto. "Vorrei fare la velocista, magari ci ripenserò ma a caldo penso che sarà così". Altre gioie per i colori azzurri sono giunte nella finale degli 800 metri stile libero, vinta da Gabriele Detti. Il toscano ha conquistato l'oro in 7'40"77 (record europeo). Al secondo posto il polacco Wojciech Wojdak, argento (7'41"73); terza piazza e bronzo per l'emiliano Gregorio Paltrinieri in 7'42"44. Male il cinese Sun Yang. I due azzurri partono bene con Detti che nei primi 200 si porta in testa, ma Paltrinieri non ci sta e ai 400 si prende la prima posizione. Sorprendente però la gara del polacco Wodjack che ai 600 non molla e si prende la testa. Negli ultimi cento metri è un testa a testa fra i tre con Gabriele che la spunta grazie una rimonta assurda. Ai microfoni di Rai Sport è ancora stupito: "Sono senza parole, non so cosa dire, sono più che felice". Anche Paltrinieri, è soddisfatto della terza posizione: "Alla fine sono felice di essere sul podio insieme al mio amico Detti. E' stata una gara dura e alla fine non ci capivamo nulla. Lui ha fatto un gran tempo e alla fine io mi sono trovato in difficoltà. Ad ogni modo sono felice perché è arrivato un podio mondiale".Fabio Scozzoli è sesto nei 50 rana, con con 26.91 il record italiano, nella finale vinta dall'inglese Adam Peaty che ha nuotato in 25.99. Stefania Pirozzi fuori dalla finale dopo la quinta posizione conquistata nella semifinale dei 200 farfalla. Qualificata per la semifinale anche Ilaria Bianchi. Federico Turrini scende sotto i due minuti nella semifinale dei 200 misti. Ivano Vendrame, unico azzurro qualificato per le semifinali dei 100 stile libero, è 13esimo in 48"71 a 38 centesimi dall'ottava piazza: fuori dalla finale. Eliminato in batteria Luca Dotto che ha ottenuto solo un deludente 22° tempo in 48.91. Solo ottavi infine gli azzurri della staffetta 4x100 mista uomini/donne con il tempo 3'46"33 (Matteo Milli 54"24, Nicolò Martinenghi 59"61, Ilaria Bianchi 57"25, Federica Pellegrini 55"23). La gara è stata vinta dagli Usa (3'38"56, oro e il record del mondo), seguiti dall'Australia (argento) e dalla Cina e dal Canada appaiati (entrambi di bronzo).

© Riproduzione riservata.

Nessun commento:

Posta un commento